ACCESSO ABBONATI

Editoriale Settembre 2017

"Buoni sì, ma fessi no"

a cura di Mario Saponaro

Il cistranese medio è amante dei forestieri, questo è noto. Un paese come il nostro, definito turistico, anche se per essere tale mancano diversi elementi, è giusto che sia ospitale. L’ospitalità è sintomo di apertura e disponibilità verso chi ha avuto il piacere di venirci a trovare. Giusto!

Mostrare un bel sorriso, dare corrette informazioni, suggerire dove andare per il buon cibo o quale viuzza o mostra visitare è il minimo che tutti possano fare. Gli operatoti turistici, poi, dovrebbero essere i primi a distribuire sorrisi e cordialità; tutti coloro che operano in bar, ristoranti, strutture ricettive e ogni tipo di negozio, senza dimenticare le bracerìe, sono i primi beneficiari e, come tali, dovrebbero essere i più attenti. Ma alcune volte questo non accade. Peccato! Detto questo, però, va precisato un principio in modo chiaro: essere ospitali non significa essere servili.

Allora, un ospite resta tale se usa cortesia e rispetto nei confronti dell’“indigeno”; quando l’ospite diventa arrogante e pretende in nome della sua superiorità culturale, sociale o economica, quello diventa un “conquistatore”, uno che si sente un essere superiore che può dire, pretendere e imporre quello che vuole. Anche questa estate, ci sono stati dei casi di questo genere, persone calate dal Nord, dall’alt(r)a Italia, come dice qualcuno, arrivate nella nostra “città slow” per dettare le loro regole e denigrare il nostro modo di vivere e tutto il resto per farci sentire esseri inferiori. L’aspetto più grave è che alcuni di questi conquistatori sono nostri stessi emigrati o figli di emigrati. Non siamo inferiori a nessuno! Sicuramente possiamo migliorare tanti aspetti, purtroppo abbiamo accumulato alcuni ritardi nello sviluppo civico, economico, tecnologico e altro, ma non possiamo accettare lezioni da chi arriva e vuole imporre la sua millantata superiorità. Ora…

Leggi tutto sul numero di Porta Grande in edicola a settembre 2017

Condividi su:

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn